31-10-2018

Giovani SNAMI al Ministero: insieme per una buona programmazione

Osservazioni per l’audizione presso il Ministro della Salute:

Alla luce della proposta del ministero riguardante la necessità della formazione dei medici che lavorano in medicina generale con incarichi provvisori, permettendo all’Italia di allinearsi alla normativa europea, per provvedere alla carenza futura della classe medica in medicina generale e di regolarizzare i professionisti che fino ad ora hanno sorretto il SSN, lo Snami Giovani riunito al 37^ congresso nazionale, all’unanimità si ripropone di partecipare al miglioramento della situazione attuale con delle proposte costruttive.

Chiediamo che la possibilità di accedere alla convenzione con il SSN, da parte di chi non ha ancora conseguito il titolo, ma stia frequentando il corso di formazione specifica, sia riservata alle zone in cui la carenza effettiva di Medici impedisce ai Cittadini di poter scegliere un medico già titolato.

Laddove la situazione di carenza determinasse la necessità di impiegare un Medico ancora in formazione, proponiamo che ciò avvenga mediante una modalità che preveda il giusto equilibrio fra il lavoro convenzionale svolto e l’attività didattica da seguire, fermo restando che la formazione non dovrà subire alcuna riduzione.

Chiediamo che i provvedimenti adottati per contrastare la carenza non possano configurare alcuno svantaggio per gli attuali corsisti.

Riteniamo che la frequenza del corso di formazione specifica in medicina generale sia una condizione imprescindibile con un accesso tramite graduatoria unica e di merito. A nostro avviso è indispensabile inoltre la programmazione dei posti da mettere a bando (sia con borsa di studio che senza borsa di studio) in relazione alla reale necessità territoriale.

Vorremmo inoltre proporvi una possibile modalità d’accesso a tale concorso, credendo che dovrà essere consentito soltanto a professionisti meritevoli.

Vorremmo ancora porre l’attenzione sulla questione del numero chiuso di accesso al corso di laurea in medicina e chirurgia, sottolineando che la programmazione necessaria di una buona amministrazione deve partire assolutamente dalla base: un giovane che ha l’opportunità di laurearsi e diventare un professionista della salute ha il diritto di specializzarsi e poter lavorare con le giuste competenze, offrendo anche un miglior servizio sanitario ai cittadini.

Auspichiamo che la vostra attenzione verso la medicina generale e la formazione dei nostri giovani medici continui, concentrandosi presto anche sulla qualità del corso mirando a uniformare l’offerta formativa in tutta la nazione.

Sorrento 28 ottobre 2018

Dott.ssa Autunnali Simona Maria Responsabile SNAMI Medici in Formazione 2017-2018

30-08-2018
Domanda Graduatoria Regionale Medici di Medicina Generale
10-11-2018
Esecutivo Nazionale Snami 2018-2021
Realizzato da w-easy